Progetti per il contrasto alla povertà socio-educativa ed il supporto alle famiglie

Creare, Ri-creare, Intelligere

Progetto promosso dal Comune di Piazzola sul Brenta
in collaborazione con CNIS.

Area di intervento: contrasto alla povertà socio–educativa.
In quale regioni si svolge: Veneto – Piazzola sul Brenta (PD).
Ente capofila: Comune di Piazzola sul Brenta.
Bando di riferimento: Educare in Comune – Dipartimento per le Politiche della Famiglia.

Il progetto nasce dall’esigenza di ridurre la povertà educativa e culturale e ha l’obiettivo di potenziare le capacità di espressione e gestione delle emozioni attraverso l’uso del linguaggio artistico in ragazzi preadolescenti ed adolescenti in condizione di rischio. Nello specifico, intendiamo favorire l’esplorazione di nuovi linguaggi artistici attraverso iniziative laboratoriali di teatro, musica e scrittura. La performance teatrale si avvarrà degli strumenti irrinunciabile per qualsiasi ragazzo e ragazza, i social media (TikTok), che verranno analizzati nelle loro potenzialità come nelle insidie.  Attraverso il linguaggio musicale, invece, i ragazzi saranno guidati nella scoperta di come nasce una canzone, partendo dalle parole per finire al suono e alla melodia. La scrittura creativa vedrà esperti e giovani scrittori interagire con ragazzi e ragazze su tematiche di attualità, attraverso la produzione di testi narrativi esplorativi dei nuovi linguaggi poetici cari ai giovani.

Destinatari del progetto: pre-adolescenti ed adolescenti in condizione di rischio (basso reddito, ragazzi stranieri) tra i 12 ed i 17 anni.

#DiamantiGrezzi

Progetto promosso dall’Associazione U.N.A (Uomo-Natura-Animali) in collaborazione con M4C.

Area di intervento: contrasto alla povertà socio–educativa.
In quale regioni si svolge: Campania – Comuni di Savignano Irpino, Greci, Montaguto, Zungoli e Villanova del Battista (AV).
Ente capofila: U.N.A. (Uomo-Natura-Animali) OdV.
Altri enti: (23 partner) Mind4Children S.r.l. Spin-Off dell’Università di Padova – Università degli Studi di Salerno – Dipartimento di Studi Politici e Sociali – Comune di Greci – Comune di Montaguto – Comune di Savignano Irpino – Comune di Villanova del Battista – Comune di Zungoli – Associazione Culturale Borgo Creativo – Associazione di Volontariato Cromosoma X – Associazione Sportiva Dilettantistica Greci – Azienda agricola Giovanni De Lillo – Azienda agricola Savignano Nadia – Azienda agricola Savignano Oreste Rionildo – D.F. SERVICE s.r.l.s. – Lu’ Strungone – Marinaccio Alessandro – Pizzeria Al Ritrovo di Marco Manzo – Pro Loco Greci – Pro Loco Montaguto – Provincia Religiosa Santi Apostoli Pietro e Paolo (Opera Don Orione) – Pubblica Assistenza Villanova del Battista MGV ODG – San Comaio s.r.l.
Bando di riferimento: “Bando per le Comunità Educanti” – Impresa Sociale Con i Bambini.

Il progetto si propone di ridurre la povertà educativa attraverso la costruzione di una Comunità Educante nei territori di Savignano Irpino, Greci e Montaguto, borghi dell’entroterra campano, in provincia di Avelino, caratterizzati da altissimi livelli di povertà educativa, culturale e sociale che colpiscono tutti i minori ivi residenti, privati di qualsivoglia offerta o stimolo educativo adatto alla loro età. Mind4Children si inserisce all’interno del progetto #diamantigrezzi assumendo il duplice compito di:

  • Formare e supervisionare tutto il personale, le risorse umane ed i professionisti che andranno a condurre attività laboratoriali con bambini e ragazzi, trasmettendo a questi ultimi le conoscenze e le competenze relative all’età evolutiva e alle specifiche tematiche trattate nei singoli laboratori, con un occhio di riguardo alle difficoltà e vulnerabilità individuali.
  • Valutare il raggiungimento degli obiettivi: Mind4Children, cioè, avrà il compito di  verificare se l’intervento posto in essere ha avuto un impatto sul benessere dei ragazzi coinvolti. Per fare questo, i ricercatori e gli esperti di età evolutiva afferenti allo Spin-Off si serviranno di parametri oggettivi e strumenti di valutazione validati e standardizzati nella letteratura scientifica di riferimento.

Destinatari del progetto: tutti i minori dei comuni coinvolti.

Oreto bene comune: percorsi di rafforzamento della comunità educante del parco urbano del fiume Oreto

Progetto promosso da ECCO APS in collaborazione con CNIS.

Area di intervento: contrasto alla povertà socio–educativa.
In quale regioni si svolge: Sicilia – Palermo.
Ente capofila: ECCO APS.
Bando di riferimento: “Bando per le Comunità Educanti” – Impresa Sociale Con i Bambini.

Il progetto intende costruire una Comunità Educante sui territori che afferiscono al fiume Oreto (il fiume maggiore di Palermo). L’Associazione Scientifica CNIS apporterà le proprie competenze per rafforzare il processo di costituzione del Patto Educativo di Fiume (PEF). In particolare il CNIS si farà promulgatore di incontri seminariali e di percorsi formativi sui temi dell’inclusione scolastica, della didattica inclusiva e della povertà educativa nell’ottica di accrescimento delle conoscenze e delle competenze di insegnanti ed operatori coinvolti in attività con i minori.

Destinatari del progetto: i destinatari sono i minori ma verranno coinvolte tutte le figure che operano in età evolutiva (famiglie, insegnanti, educatori, volontari ed operatori del Terzo Settore).

Insieme si può

Progetto promosso dall’Istituto Comprensivo di Villar Perosa in collaborazione con CNIS.

Area di intervento: Cittadinanza Attiva.
In quale regioni si svolge: Piemonte – Torino.
Ente capofila: Istituto Comprensivo  “Franco Marro”  di Villar Perosa.
Altri enti: circa 30 scuole della regione
Bando di riferimento: Educare Insieme – Dipartimento per le Politiche della Famiglia della regione Piemonte.

Il CNIS all’interno del progetto si fa promulgatore di un percorso di formazione dedicato agli insegnanti della scuola primaria di tutti i plessi scolastici coinvolti nell’iniziativa. Il corso verterà sui seguenti aspetti:

1. Warm-cognition per il ben-essere a scuola: questo modulo si propone di favorire l’acquisizione di conoscenze sulle emozioni e sul loro legame con l’apprendimento scolastico, al fine di promuovere una didattica che integri aspetti emotivi e cognitivi.

2. La comunicazione non verbale in classe: questo modulo si propone di favorire l’acquisizione di conoscenze sul modo in cui gli aspetti motori e non verbali influenzano l’apprendimento.

3. Decisioni e Benessere di studenti ed insegnanti

Destinatari del progetto: Minori (0-17) e figure che si prendono cura di questi (insegnanti, famiglia, ecc.).

1 + 1 = NOI

Progetto promosso dal Comune di Pontremoli in collaborazione con CNIS.

Area di intervento: contrasto alla povertà socio–educativa.
In quale regioni si svolge: Toscana – Comune di Pontremoli (MS).
Ente capofila: Comune di Pontremoli.
Altri enti: Centro Giovanile Mons. G. Sismondo – Associazione Cio nel cuore – Associazione CNIS – ASD Volley Pontremoli – Sigeric Soc. Coop – Centro Teatro Pontremoli – Coro “Acqua in bocca” – Elisa Belloni – Istituto Penale per i Minorenni di Pontremoli – Associazione Aldi – Associazione Lunicafoto – Società della Salute – Fondazione Galli Bonaventuri.
Bando di riferimento: Educare in Comune – Dipartimento per le Politiche della Famiglia.

Il progetto che ci vede coinvolti agisce sulle seguenti fasce di età, con i rispettivi obiettivi specifici:

  • 0-6 anni: La progettualità dedicata alla fascia 0-6 agisce per prevenire l’insorgenza di difficoltà e disturbi del linguaggio, che rappresentano una problematica nel territorio di riferimento in grado di incidere sull’andamento scolastico presente e futuro dei bambini, nonché sulle possibilità relazionali e di inclusione. L’attività vede coinvolti, in modalità differenti, sia i bambini che i genitori.
  • 6-10 anni: Oltre agli aspetti strettamente linguistici, si agirà per promuovere un uso consapevole dei social media e di internet e per fornire strategie alternative di relazione. L’attività vede coinvolti, in modalità differenti, sia i ragazzi che i genitori.
  • 13-25 anni: L’obiettivo è quello di favorire, in adolescenti e giovani adulti, l’utilizzo della scrittura come strumento di crescita e di espressione personale.

Destinatari del progetto: minori (0-17) e giovani adulti (18-25).

Culturiamo: welfare culturale per le sfide sociali e il benessere della comunità

Progetto promosso da Mondo2000 OdV in collaborazione con Heart4Children.

Area di intervento: contrasto alla povertà socio–educativa.
In quale regioni si svolge: Friuli Venezia Giulia.
Ente capofila: Mondo2000 OdV.
Altri enti: TimeforAfrica OdV – ASPIC – Legambiente FVG – Cordicom – Klaris – Heart4Children.
Bando di riferimento: “Bando per le Comunità Educanti” – Impresa Sociale Con i Bambini.

Costruzione di una Comunità Educante per ridurre la povertà educativa nei comuni di Udine (quartiere Aurora), Duino Aurisina, Monfalcone, San Vito al Torre. Nello specifico, ci faremo promulgatori di un percorso laboratoriale cinematografico dedicato ai ragazzi dai 13 ai 18 anni  che li porterà a scoprire il mondo del cinema e a realizzare un cortometraggio in prima persona. Il Laboratorio di Cinema per ragazzi, oltre a fornire loro le conoscenze di base dei linguaggi e delle tecniche cinematografiche, sarà volto ad appassionarli ad un mondo che di norma li vede passivi, anziché protagonisti attivi. Il laboratorio, quindi, intende rappresentare per i ragazzi uno stimolo culturale ed artistico, oltre che un’occasione di ritrovamento della socialità perduta, concorrendo all’ampliamento dell’offerta educativa e formativa, al miglioramento del benessere e al rafforzamento delle “life skills” dei ragazzi sul territorio di riferimento.

Destinatari del progetto: ragazzi tra i 13 ed i 18 anni.

25 mesi a partire da settembre 2021

Storie di Famiglia, con Pampers

Progetto promosso da Pampers in collaborazione con Heart4Children.

Area di intervento: Supporto alle famiglie.
Luogo di svolgimento: Online.
Enti capofila: Heart4Children e Pampers.

Il Progetto promosso da Heart4Children intende fornire un aiuto ed un supporto concreto a tutte le famiglie che si trovano a fare i conti con la crescita di un figlio. Il Progetto si articola su tre livelli di aiuto:

1° Livello: Condivisione di storie
In questo primo livello si colloca la realizzazione di podcast realizzati dalle famiglie per le famiglie. L’intento dei podcast è quello di raccogliere e condividere le storie vere di famiglie facendo parlare le voci di chi le vive in prima persona.

2° Livello: Informazione e Formazione
Questo secondo livello del Progetto vuole essere una raccolta di materiale informativo e formativo dedicato a genitori, famiglie, insegnanti e a tutte le figure di riferimento che ruotano attorno al bambino. Si prevede la realizzazione di uno Spazio Digitale, contenente una rubrica di piccoli video tutorial di esperti e brevi “pillole” in forma scritta, per acquisire consapevolezza su temi comuni e dinamiche frequenti della vita in famiglia.

3° Livello: Sostegno Individuale Mirato
Il terzo livello di aiuto prevede l’attivazione di uno Sportello di Ascolto telefonico e online rivolto a tutte le famiglie in difficoltà e in cerca di un supporto psicologico diretto e gratuito. I professionisti dello Sportello di Ascolto saranno in grado di rimandare e accompagnare la persona verso un servizio specializzato nel territorio di rifermento.