Logo del piano formativo Scintille di alfabetizzazione

Scintille di Alfabetizzazione:
Video-lezioni su temi
scientifici, culturali, educativi e sociali,
fruibili da parte di TUTTI!

Impara secondo i tuoi interessi e le tue necessità!

Giungere prima possibile ad Imparare Insieme è per noi un obiettivo talmente importante da corresponsabilizzarci tutti: formatori ed utenti Per questo il contributo economico prevede: 15€ per Unità Formativa + 5€ per il relativo materiale didattico.

Costruisci il tuo percorso di apprendimento:

scegli una o più Unità tra quelle proposte

Segui la Video-lezione ed effettua il Test

(5 domande a risposta multipla)

Ottieni l’Attestato!

(Potrai scaricarlo dopo aver superato il test)

Pubblicate 4 nuove Scintille

Che problema… i problemi! con Paola Bettini

Il sé nell’Altro con Teresa Farroni

Buone pratiche di letto-scrittura, parte 2: la scrittura con Francesco Nucci

I compiti a casa tra mito e realtà con Gianluca Campana

Dalla Povertà Educativa
al Diritto di Crescere al Meglio

Relatrice: Maja Roch

In Italia, circa il 12% di bambini cresce in un contesto di povertà educativa ed economica, in cui l’ambiente culturale e linguistico è poco stimolante per la crescita. La povertà educativa influenza i diversi ambiti dello sviluppo dei nostri bambini sin dalle prime fasi di vita e, con il crescere dell’età, questi effetti tendono ad intensificarsi per poi stabilizzarsi in età adulta. Cosa e come dare risposta alla povertà educativa in modo efficace? Scopriamolo insieme…

Anche il Corpo Parla:
comunicazione verbale e non verbale

Relatore: Luca Vullo

Sappiamo parlare… anche con il nostro corpo? Con i nostri occhi? Con il nostro sorridere? È davvero possibile diventare ottimi comunicatori? In questa video-lezione avremo la possibilità di capire insieme quanto sia importante sperimentare in modo semplice e divertente tutte le potenzialità del nostro corpo per conoscerci meglio, sentirci a nostro agio, interagire con gli altri e comunicare in modo consapevole e soddisfacente.

Canzoni per Crescere:
educare con musica e parole

Relatore: Lorenzo Tozzi

Note, passione, capacità tecnica, ma anche emozioni intense… Quale potere ha la musica cantata insieme? Perché può aiutarci in questo particolare momento? Possiamo imparare a cantare da soli, con i nostri figli, con i nostri bambini, con i nostri studenti. Ma quali ingredienti ci servono? Scopriamolo insieme…

Comprendere i Numeri:
alla scoperta dell’intelligenza numerica
Parte 1

Relatrice: Silvia Benavides-Varela

Quanti di noi sanno che, prima ancora di riuscire a esprimersi con le parole, i bambini hanno la capacità di comprendere numeri e quantità? Il concetto di numerosità è innato ed il bambino usa le sue precoci capacità come un’impalcatura per sviluppare abilità sempre più complesse: riconoscimento e manipolazione di numerosità, conteggio di oggetti in un insieme, lettura e scrittura di numeri, calcolo, ecc. In questa Unità esploreremo l’inizio di questo affascinante percorso, a partire dalla nascita…

All’alba delle parole:
lo sviluppo del linguaggio

Relatrice: Maja Roch

Lo sviluppo linguistico è uno dei processi più affascinanti e complessi dell’uomo. Ma qual è il rapporto tra pensiero e linguaggio? Quali le funzioni del nostro sistema neuropsicologico che ci permettono di esprimere pensieri e sentimenti? In queste video-lezioni cercheremo di dare risposta a queste domande e non solo. Particolare attenzione verrà posta al ruolo delle funzioni educative: quanto dipende da noi?

All’alba del Leggere e dello Scrivere: i Prerequisiti
Parte 1

Relatrice: Mara Gazzi

Cosa significa “ambiente” adeguato allo sviluppo psicologico, cognitivo, emotivo di un bambino? Quanto è importante? L’ambiente di apprendimento è il facilitatore delle stesse esperienze di apprendimento, luogo della riflessione, della condivisione, della costruzione. Luogo dove il bambino assimila, introietta e trasforma le informazioni in proprie risorse. Conoscere come guidare e accompagnare tale processo è indispensabile per ogni adulto oltre che per ogni docente. Capiamo insieme perché.

Buone pratiche di Lettoscrittura
Parte 1

Relatrice: Francesco Nucci

Come possiamo aiutare chi dimostra difficoltà nella lettura? Quali sono i meccanismi che governano questo processo così fondamentale? Seguendo questo corso scoprirete quali fasi, quali difficoltà caratterizzano l’acquisizione della lettura e, partendo dall’analisi dei più comuni errori, come riuscire ad impostare un potenziamento efficace scegliendo, successivamente, le attività e gli strumenti che possono sostenere ed arricchire la nostra didattica quotidiana.

Fake News:
impariamo a difenderci
Parte 1

Relatrice: Annamaria Porru

I nostri studenti stanno crescendo in un mondo globalizzato e ricevono informazioni da un’ampia varietà di fonti, non sempre affidabili, come mai prima d’ora. Molti sono cresciuti con il WEB come fonte costante e conveniente di informazioni ma ciò non toglie che potrebbero non possedere le conoscenze e le abilità necessarie per valutarle come affidabili. Nelle scuole, l’alfabetizzazione critica può essere vista come un approccio scolastico e interdisciplinare all’insegnamento che incoraggi gli studenti a sfidare ciò che leggono. Come funziona? Cosa sono queste Fake News? Cosa possiamo fare noi per aiutare i nostri ragazzi?

Bilinguismo: i meccanismi di sviluppo del bambino bilingue
Parte 1

Relatrice: Maja Roch

In che modo il bambino riesce ad acquisire due lingue in contemporanea? Ci sono lingue più difficili da imparare? Due lingue più simili sono più semplici da acquisire? In età precoce, l’acquisizione di più di una lingua non comporta alcun sforzo cognitivo. Per un bambino, nessuna lingua è più difficile di un’altra. In questo video impareremo quali sono i meccanismi e le modalità attraverso cui i bambini crescono imparando a parlare più di una lingua.

All’alba del leggere e dello scrivere: i prerequisiti
Parte 2

Relatrice: Mara Gazzi

Cosa significa “ambiente” adeguato allo sviluppo psicologico, cognitivo, emotivo di un bambino? Quanto è importante? L’ambiente di apprendimento è il facilitatore delle stesse esperienze di apprendimento, luogo della riflessione, della condivisione, della costruzione. Luogo dove il bambino assimila, introietta e trasforma le informazioni in proprie risorse. Conoscere come guidare e accompagnare tale processo è indispensabile per ogni adulto oltre che per ogni docente. Capiamo insieme perché.

Comprendere i Numeri: alla scoperta dell’intelligenza numerica
Parte 2

Relatrice: Silvia Benavides

Quante volte ci siamo chiesti se abbiamo un “bernoccolo numerico e matematico”? Strano termine per identificare una qualità fondamentale dell’intelligenza umana: intelligere i numeri, le quantità, le soluzioni ai problemi, … Negli ultimi tempi la ricerca nell’ambito delle neuroscienze ha spiegato molto del misterioso rapporto tra “cervello e numeri”. In particolare oggi sappiamo che le “reti neuronali” che supportano processi mentali alla base anche della matematica, non sono statiche ma si modificano in funzione dell’età e delle esperienze dei bambini. Questa video-lezione presenta nuovi affascinanti punti di riferimento. In particolare scopriremo alcune strategie che rendono più intellegibile il mondo dei numeri. Siete pronti? …

Bilinguismo: i meccanismi di sviluppo del bambino bilingue
Parte 2

Relatrice: Maja Roch

Di cosa ha bisogno un bambino bilingue per uno sviluppo linguistico armonioso? Che ruolo hanno i genitori e il contesto educativo nella crescita del bambino bilingue? Non si diventa bilingui per “magia” e lo sviluppo linguistico ha bisogno di un supporto educativo costante da parte del contesto familiare, scolastico e comunitario. In questo video scopriremo insieme di che cosa ha bisogno il bambino bilingue per crescere in modo armonioso.

All’alba del leggere e dello scrivere:
i prerequisiti
Parte 3

Relatrice: Mara Gazzi

Cosa sono i prerequisiti della letto-scrittura? Perché sono così importanti? Conosciamoli per poi svilupparli al meglio!! La mancanza di una o più di queste condizioni costituisce un forte indice predittivo di rischio per lo sviluppo di difficoltà di apprendimento. Attraverso questo corso andremo a scoprire perché la fascia d’età compresa tra i 3 e i 5 anni rappresenta un periodo fondamentale per l’acquisizione e la stabilizzazione di specifici precursori cognitivi, che sono anche prerequisiti delle abilità scolastiche.

Comprendere i Numeri: quando apprendere i numeri è difficile: discalculia sì, discalculia no…

Relatrice: Silvia Benavides

Che la matematica sia una materia difficile per circa 1 studente su 4, lo dice il Program for International Student Assessment (PISA)… Ma quali sono le principali difficoltà dei nostri bambini e ragazzi con la matematica? Come affrontarle anche a scuola? Capiamolo insieme in questa Unità cercando di comprendere la differenza tra le difficoltà dell’apprendere e i disturbi specifici, tra cui la discalculia evolutiva.

Disturbi del neurosviluppo
Parte 1

Relatore: Ernesto Burgio

Nella prima lezione descriveremo rapidamente la transizione epidemiologica in atto. Analizzeremo  più a fondo i trend di aumento concernenti i Disordini del Neurosviluppo (NDs) e in particolare i  Disturbi dello Spettro Autistico (ASDs). Da un punto di vista neurobiologico, tali disturbi sembrano  correlare con uno sviluppo anomalo/disorganizzazione delle reti neuronali con effetti precipui  sulle funzioni sociali, emotive, comunicative, linguistiche. L’ereditabilità o piuttosto la frequente  familiarità di queste condizioni sembrerebbe deporre per una componente genetica. D’altra parte,  l’aumento impressionante (e la concomitanza con l’analogo incremento delle patologie sopra  elencate) chiama in causa fattori ambientali e meccanismi epigenetici. Le varianti genetiche  associate all’NDS sono numerose (con centinaia di loci coinvolti), ma spiegano solo in minima parte  l’ereditabilità (familiarità). Le nuove tecniche di sequenziamento dell’esoma hanno identificato  molte varianti rare, a volte presenti nei gameti genitoriali, ma non nei genitori (mutazioni de  novo). È interessante notare che le stesse varianti genetiche, in primo luogo CNVs (delezioni,  duplicazioni) sembrano implicate in disturbi psichiatrici maggiori, come schizofrenia e disturbo  bipolare (sempre più riconoscibile dunque un unico spettro di patologie). Tutto questo chiama in  causa l’epigenetica, che è per definizione la scienza che studia i meccanismi di regolazione  dell’espressione genica e, soprattutto, della programmazione del genoma nelle prime fasi della vita  (programming fetale).

Bilinguismo: lo sviluppo linguistico del bambino bilingue nelle diverse età
Parte 3

Relatrice: Maya Roch

È pericoloso esporre il bambino a due lingue in contemporanea? L’esposizione a più di una lingua può produrre confusione? Fino a che età si può diventare bilingui? La precocità dell’esposizione bilingue è un fattore importante per lo sviluppo armonioso. Ma ce ne sono molG altri, che cambiano nel tempo e con l’esperienza di vita. In questo video cercheremo di identificare le condizioni migliori per lo sviluppo linguistico bilingue alle diverse età.

All’alba del leggere e dello scrivere: i prerequisiti
Parte 4

Relatrice: Mara Gazzi

Come si allenano i prerequisiti? Allenandosi noi stessi, prima dei nostri bambini! Pronti per un esempio pratico? Ci sono un tempo ed uno spazio dedicato… e imparato un metodo, UNO, DUE, TRE, … parte l’allenamento! E così si impara ad allenarsi e ad allenare, per poi saper proporre ai nostri bambini. Che duro sembra inizialmente questo allenamento … ma… quanto ci si diverte, ne vale proprio la pena!!!

Bimbi iperdotati: cosa sappiamo di loro

Relatrice: Martina Pedron

Avete mai incontrato bambini o ragazzi che presentano eccezionalità e aspetti non comuni in alcuni ambiti? In questa video-lezione cercheremo di rispondere ad alcune domande che spesso insegnanti e genitori si pongono: in cosa consiste l’iperdotazione? Genio e talento come possono essere guidati a livello educativo? Cosa c’entra il QI con le qualità e con le vulnerabilità? Cominciamo a capirlo insieme…

Disturbi del Neurosviluppo
Parte 2

Relatore: Ernesto Burgio

Nella seconda lezione vedremo come l’epigenetica sia troppo spesso interpretata, riduttivamente ed erroneamente, come una parte (tutto sommato secondaria) della genetica molecolare, mentre si tratta di una disciplina scientifica a parte, che studia come le informazioni e le sollecitazioni provenienti dall’ambiente, in particolare nelle prime fasi della vita, inducano nelle diverse popolazioni cellulari continue modifiche del genoma, inteso come sistema molecolare complesso e fluido (al contrario del DNA che rappresenta una sorta di database specie-specifico e muta poco nel corso della vita) e come queste modifiche “epigenetiche” determinino variazioni del nostro fenotipo sia in ambito fisiologico (adattativo/predittive), che patologico (reattivo/dis-adattative). In questa luce l’intero sviluppo embrio-fetale e in particolare lo sviluppo del sistema psico-neuro-immuno-endocrino andrebbe interpretato in chiave essenzialmente epigenetica e i primi 1000 giorni di vita dovrebbero essere finalmente riconosciuti come i più importanti della nostra vita individuale (sia sul piano biologico, che neuropsichico). Cercheremo, in particolare, di mostrare in che senso e in che misura lo sviluppo delle reti neuronali (oggi si parla anche di connettoma) che rappresentano fin dei conti la vera essenza della nostra individualità psico-neuro-biologica non sia codificata nel DNA, ma sia il portato delle interazioni continue tra le informazioni provenienti dall’ambiente e l’assetto epigenetico che si va delineando nei miliardi di neuroni che formano la corteccia cerebrale e che a sua volta si esprime in reti neuronali di immensa complessità, plasticità e variabilità.

Il Bilinguismo e i disturbi del neurosviluppo
Parte 4

Relatrice: Maya Roch

Il bilinguismo è alla base delle difficoltà linguistiche? Un bambino che presenta vulnerabilità nel corso dello sviluppo può diventare bilingue? In questa lezione cercheremo di dare risposte a questo complesso quesito, analizzando le pratiche educative più adatte ai bambini con disturbi del neuro-sviluppo che crescono in un contesto multilingue.

Contrastare gli effetti della povertà educativa: interventi precoci sul linguaggio

Relatore: Raffaele Dicataldo

È possibile contrastare gli effetti della povertà educativa? È possibile modificare le relazione tra povertà educativa ed esiti di sviluppo? Davvero la lettura può essere uno strumento così potente? Seguendo questo corso interattivo avremo la possibilità di osservare come due brevi interventi possano contrastare alcuni degli effetti che la povertà educativa può avere sullo sviluppo cognitivo e linguistico del bambino in età prescolare. Occorre contrastare la povertà educativa attraverso diversi tipi di azioni. Quali? Scopriamolo insieme in questa Scintilla!

Bimbi iperdotati: cosa sappiamo di loro

Relatrice: Francesca Rigon

Cos’è la plusdotazione cognitiva? Come può la scuola sostenere il potenziale degli studenti “Gifted”? Quali sono le strategie più adatte a sostenerne i talenti all’interno delle classi? Questa video-lezione cerca di far luce sulle principali metodologie utili sia al gruppo che ai singoli allievi, tenendo conto delle peculiarità che contraddistinguono gli studenti plusdotati.

Disturbi del Neurosviluppo
Parte 3

Relatore: Ernesto Burgio

A questo punto definiremo un modello semplice/ semplicistico, ma utile, che ci configura come prodotti di un duplice percorso (filogenesi ed ontogenesi) e quindi composti di un hardware, comune a tutti i membri della nostra specie, e di un software strettamente individuale. Il primo, che è appunto il prodotto di milioni di anni di evoluzione biologica, è rappresentato a livello molecolare dal DNA e a livello organismico dal cervello (aree di Brodmann ecc.); il secondo, prodotto essenzialmente nei primi 1000 giorni (ma in continua trasformazione nel corso della vita intera), è invece strettamente individuale e si configura a livello molecolare come epigenoma, e a livello tissutale come connettoma/reti neurali. Questa terza lezione verte essenzialmente sull’altro grande fattore che determina il processo di (neuro)sviluppo individuale sia fisiologico, sia patologico: l’esposoma che è, in pratica, il flusso delle informazioni provenienti dall’ambiente (inizialmente attraverso la madre) che inducono il software epigenetico e connettomico a trasformarsi, programmandosi in modo reattivo e potenzialmente predittivo-adattativo per la vita. Vedremo in particolare come quello che viene genericamente definito inquinamento (e che dovrebbe essere visto come un flusso di informazioni che il sistema percepisce come pericolose e potenzialmente perturbanti) e condizioni di stress materno-fetale e infantile protratto possano indurre modifiche epigenetiche e di conseguenza connettomiche difensive o comunque reattive (fetal programming). E come anche infiammazioni locali o sistemiche materne e variazioni del microbiota/ microbioma materno e di conseguenza neonatale possano interferire con la programmazione epigenetica embrio-fetale. In questo senso i disturbi del neurosviluppo dovrebbero essere descritti, al pari delle altre malattie croniche in grande aumento, come fenotipi reattivo-adattivi: epigenetici quindi, piuttosto che genetici (accidentali).

L’uso delle tecnologie negli apprendimenti: un primo approfondimento sulla matematica

Relatrice: Silvia Benavides

I bambini sono sempre più immersi, circondati e coinvolti nell’uso di tecnologie digitali che non erano disponibili nelle scuole, o a casa, alcuni anni fa. Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’utilizzo di queste tecnologie? Possono essere utili per l’apprendimento di alcuni concetti astratti o per potenziare le abilità dei bambini che mostrano difficoltà? In questa video-lezione cominceremo a comprenderlo insieme.

Le radici del sapere: conoscenze nella mente, conoscenze per la mente

Relatrice: Eloisa Valenza

Perché i bambini sono così incuriositi da tutto ciò che li circonda? Che cosa li spinge ad esplorare, toccare, infilarsi in armadietti pieni di detersivi o a rimuovere le coperture che proteggono le prese elettriche? Semplice! Per la stessa ragione per cui noi adulti, atterrando su un altro pianeta, sentiremmo un irresistibile bisogno di conoscere e padroneggiare la realtà che ci circonda. Siamo formidabili esploratori naturali: nel corso dell’evoluzione il nostro cervello si è dotato di stupefacenti processi cognitivi di base in grado di pianificare comportamenti adattivi a partire dalle informazioni presenti nell’ambiente. In questa video-lezione scopriremo come lo studio di questi processi cognitivi di base durante i primi anni di vita offra ai ricercatori una visione chiara, non contaminata dall’influenza dei processi cognitivi complessi che emergono ad età più avanzate, del modo in cui gli essere umani acquisiscono le informazioni e costruiscono le proprie conoscenze sul mondo fisico e sociale usando strategie sorprendentemente mirate, molte delle quali rimangono inalterate anche in età adulta.

Lo sviluppo del linguaggio: quando il linguaggio tarda a comparire

Relatrice: Mara Gazzi

Il rapporto tra pensiero e linguaggio è talmente fondamentale che non c’è genitore o insegnante che non si domandi: come mai capisce ma non si esprime? Come mai le parole si fanno attendere? Individuare quelli che possiamo definire i “campanelli d’allarme” è fondamentale per indirizzare genitori, educatori, insegnanti. Questi segnali ci indicano che il bambino ha bisogno del nostro aiuto nel raggiungimento delle necessarie tappe di sviluppo. Quali sono le fasi fondamentali dello sviluppo del linguaggio? E come è possibile intervenire a livello educativo? Cerchiamo di capirlo insieme in questa Unità!

Disturbi del Neurosviluppo
Parte 4

Relatore: Ernesto Burgio

Nella quarta ed ultima lezione approfondiremo alcune delle situazioni critiche sopra descritte che possono essere all’origine di alterazioni delle reti neuronali in epoca precoce, aprendo la strada ai disturbi del neurosviluppo e alle malattie neuropsichiatriche maggiori. Vedremo come le patologie infettive e immuno-infiammatorie della madre (COVID compresa) possano interferire a causa sia del passaggio di agenti patogeni, che di citochine e anticorpi attraverso la placenta con la programmazione epigenetica embrio-fetale. E come le situazioni di stress materno-fetale o infantile protratto determinino alterazioni epigenetiche che possono addirittura trasmettersi da una generazione all’altra (eredità transgenerazionale) come è stato confermato da studi sui sopravvissuti di drammi epocali (olocausto). Accenneremo ai rischi di esposizione ai campi elettromagnetici e/o legati all’utilizzo sempre più precoce di tecnologie digitali in grado di interferire direttamente con la formazione delle reti neuronali, nel bambino e nell’adolescente. Concluderemo queste lezioni sui disturbi del neurosviluppo accennando ad alcune strategie diagnostiche precoci ed a possibili interventi non farmacologici in grado di favorire uno sviluppo armonico delle reti neuronali: in primis la musica in periodo prenatale e perinatale.

Che problema… i problemi!

Relatore: Paola Bettini

A chi di noi non è mai capitato di trovarsi si fronte a un problema e di non saperlo risolvere? Chi non ha sperimentato fallimento e frustrazione di fronte all’insuccesso? Quali strategie possiamo adoperare per aiutare chi è in difficoltà? Conoscere come la nostra mente comprende, elabora e progetta soluzioni di fronte ad una situazione problematica nuova può davvero essere un buon inizio! In questa video-lezione si chiarirà che cos’è un Problema Matematico e si analizzeranno i processi cognitivi coinvolti nella soluzione. Le competenze acquisite permetteranno di riconoscere i diversi processi interconnessi all’interno di un flusso dinamico complesso.

Il sé nell’Altro

Relatore: Teresa Farroni

Chiunque abbia affrontato lo studio dello sviluppo ha sicuramente capito che una delle sfide più grandi è imparare a comunicare con gli altri. Ma vi siete mai chiesti cosa sia la prima cosa che ci serve per interagire con i propri genitori, con i nonni, con gli amici o con il nostro partner o per apprendere in generale? La prima cosa, come sottolineato dalle più grandi filosofie del passato, è conoscersi. In questo video cercherò di sintetizzare il significato del sé, i meccanismi cerebrali che lo controllano ed il suo sviluppo. Solo attraverso la consapevolezza del Sé possiamo.

Buone pratiche di letto-scrittura,
Parte 2: la scrittura

Relatore: Francesco Nucci

Come si impara a scrivere? Cosa accomuna uno studente che apprende le regole dell’ortografia ad un investigatore? Seguendo questo corso, attraverso attività, e spunti spendibili nella didattica quotidiana, andremo ad analizzare come si apprende la scrittura, quali componenti entrano in gioco nell’ortografia e nella calligrafia, quali difficoltà si possono incontrare durante questo processo e come impostare un potenziamento efficace.

I compiti a casa tra mito e realtà

Relatore: Gianluca Campana

È utile assegnare i compiti a casa? Quanti compiti a casa sono davvero necessari per migliorare gli apprendimenti? Quanti compiti a casa vengono assegnati in Italia e nel resto del mondo, e con quali risultati? I compiti a casa vengono da sempre assegnati in tutte le scuole di ogni ordine e grado. L’idea è che i compiti a casa migliorino/consolidino gli apprendimenti. Durante questa video-lezione vedremo come tale assunto non sembra essere sempre verificato. Al contrario, vedremo come i compiti a casa possono provocare effetti indesiderati come, ad esempio, un aumento del tasso di abbandono scolastico o un allargamento della forbice tra le prestazioni di studenti provenienti da famiglie con diverso status socioeconomico, andando dunque ad accentuare quelle disparità che la scuola dovrebbe colmare.

Presto on-line

Bimbi iperdotati, i Gifted

Relatrice: Martina Pedron

Didattica della geometria

Relatore: Marta Todeschini

L’uso delle tecnologie negli apprendimenti: un primo approfondimento sulla matematica

Relatrice: Silvia Benavides

Lo sviluppo del linguaggio: quando il linguaggio tarda a comparire

Relatrice: Mara Gazzi

Letto-scrittura: esempi di intervento nella scuola primaria

Relatore: Francesco Nucci

Adolescenza

Relatore: Paolo Albiero

Didattica delle mappe concettuali

Relatore: Chiara Meneghetti

La disabilità: la scuola tra barriere e leve

Relatrice: Barbara Arfé